Skip to main content

La spedizione ha un costo di €7,40 ed è gratuita per gli ordini dai €69,90 in su.

Avvertiamo i nostri clienti che non è più possibile garantire l’arrivo dei nuovi ordini prima di Natale.

Inoltre vi segnaliamo che nella settimana da Natale a Capodanno il magazzino di Fattorie Friulane sarà chiuso per le feste.
Tutti gli ordini che arriveranno da Martedì 20 pomeriggio in poi saranno spediti a partire dal 2 gennaio.


Alto But 60 giorni

Prezzo al kg: €11,64

Il prodotto non è attualmente in magazzino e non è disponibile.

Avvertitemi quando torna disponibile

Formaggio Alto But 60 giorni – forma


Pezzatura: Forma

Forma intera 6,79kg

È il tipico formaggio della Carnia a pasta semicotta con stagionatura che va da 60 a 180 gg. Con occhio di pernice o a chicco di riso dal sapore dolce e delicato, la lavorazione è tramandata da più di 100 anni dalle vecchie latterie dei paesi della Val But.

Ingredienti: latte vaccino, fermenti lattici, caglio, sale. Può contenere lisozima da uovo.
Da consumarsi max 10/12°C

(2 recensioni dei clienti)

Produttore

Caseificio Sociale Alto But

Il Caseificio Alto But nasce nel 1969 dalla fusione delle piccole latterie della Val but, inizialmente era stato prog…

Territorio

Carnia

La parte occidentale delle Alpi Friulane, che si innalzano tra il fiume Fella e l’alto Isonzo, è conosciuta come Carn…

Abbinamenti

Salumi, vino, birra

Ottimo come formaggio da tavola accompagnato da salumi, vino e birra.

Produttore

Caseificio Sociale Alto But

Il Caseificio Alto But nasce nel 1969 dalla fusione delle piccole latterie della Val but, inizialmente era stato prog…

Territorio

Carnia

La parte occidentale delle Alpi Friulane, che si innalzano tra il fiume Fella e l’alto Isonzo, è conosciuta come Carn…

Abbinamenti

Salumi, vino, birra

Ottimo come formaggio da tavola accompagnato da salumi, vino e birra.
  • È il tipico formaggio della Carnia a pasta semicotta con stagionatura che va da 60 a 180 gg. Con occhio di pernice o a chicco di riso dal sapore dolce e delicato, la lavorazione è tramandata da più di 100 anni dalle vecchie latterie dei paesi della Val But.

formaggio bbf03034

Sei interessato a un formato diverso di questo formaggio, come una forma intera o una mezza forma?
Contattaci!

Che formato ti potrebbe interessare? *

Produttore

Il Caseificio Alto But nasce nel 1969 dalla fusione delle piccole latterie della Val but, inizialmente era stato progettato nella zona industriale di Paluzza poi a causa dell’impossibilità di reperire il terreno adatto è stato spostato nella zona artigianale di Sutrio, inizia l’attività il 2 novembre 1972, i comuni interessati inizialmente erano: Sutrio, Paluzza, Cercivento, Ravascletto, Arta terme, Zuglio, Tolmezzo.
Subito dopo il terremoto del 1976 si sono aggiunti per una decina di anni i comuni di Venzone, Carnia ed Amaro in quanto le loro latterie erano state devastate dal terremoto, successivamente per 5-6 anni raccoglie il latte di alcuni paesi della Val Degano.
I soci inizialmente erano circa 600 di piccolissime dimensioni per un quantitativo massimo di latte giornaliero di circa 75ql.
Il primo presidente fu Dario Della Pietra di Cercivento poi seguirono Ciliani Elio di Arta Terme, Talotti Vinicio di Arta Terme.
Si lavorano, da dicembre a giugno, 115 ql di latte al giorno, mentre da luglio a novembre 60 ql al giorno in quanto il grosso del bestiame sale sulle malghe.
L’attuale presidente del Caseificio Alto But è Peresson Claudio di Arta Terme.
Il Casaro ed il suo staff aprono le porte del laboratorio mettendo a disposizione la propria esperienza e professionalità a tutte le scuole interessate alle fasi del processo di trasformazione del latte in formaggio. La visita guidata ha inizio nel laboratorio di produzione, prosegue nelle sale di maturazione e termina con la degustazione del prodotto finito.


Territorio

La parte occidentale delle Alpi Friulane, che si innalzano tra il fiume Fella e l’alto Isonzo, è conosciuta come Carnia, regione storica che si estende principalmente a nord e a est del sistema dolomitico. Il nome Carnia deriva dagli antichi carni, popolazione celtica residente nel bacino del Tagliamento e dell’Isonzo.

Le montagne sono costituite da tre tipi di roccia differente: il calcare, la selce e la dolomia.
Un luogo dove uomo e natura sono in perfetta simbiosi, influenzandosi a vicenda; splendide montagne incrociano le valli, ammorbidite da secoli di interventi da parte dell’uomo, dove si possono scrutare pascoli e boschi curati in ogni dettaglio con amore per il territorio; l’assenza di attività industriali restituisce un paesaggio incontaminato e intimamente legato alle sue origini.