Skip to main content

L’asparago bianco del Friuli Venezia Giulia: un tesoro culinario da scoprire

L’asparago bianco del Friuli Venezia Giulia: un tesoro culinario da scoprire
asparago bianco
L’asparago bianco del Friuli Venezia Giulia: un tesoro culinario da scoprire
asparago bianco

Oggi andiamo alla scoperta di un prezioso ortaggio primaverile, dal colore e dal gusto unici: l’asparago bianco!

Forse già saprai che esistono tante varietà di asparago, tra le quali spicca il protagonista di questo articolo, l’asparago bianco, per le sue caratteristiche speciali.
Leggi l’articolo per scoprire di più su questo tesoro culinario unico, che rappresenta una delle eccellenze della regione Friuli Venezia Giulia.

La storia dell’asparago

Prima di cominciare, scopriamo la storia di questo ortaggio, che affonda le sue radici in tempi molto antichi.

Giunto dal Medio Oriente ed utilizzato già dagli antichi Egizi, la presenza dell’asparago è documentata anche sulle tavole dei romani più benestanti nel 200 a.C. come un alimento di lusso, molto apprezzato anche dagli imperatori romani.

L’asparago compare in diverse opere letterarie di personaggi illustri, tra i quali il politico e oratore romano Marco Porcio Catone, che ne illustrò dettagliatamente le tecniche di coltivazione nella sua opera “De Agri Cultura” e Plinio il Vecchio nella sua celebre opera “Naturalis Historia”, in cui ne descrisse sia i metodi di coltivazione che quelli di preparazione.

Durante il Medioevo, l’asparago non fu utilizzato particolarmente in cucina, ma prevalentemente per le sue capacità medicinali depurative e diuretiche.
In seguito, intorno al 1500, l’asparago fu riscoperto come alimento e cominciò a diffondersi in Francia e in Italia, comparendo solo sulle tavole dei più ricchi. Scopri di più sulla sua storia.

L’asparago bianco, nello specifico, già dalla fine dell’Ottocento trovò un terreno fertile in Friuli, nella zona di Tavagnacco, vicino a Udine e divenne presto uno dei prodotti tipici del territorio friulano. Infatti, l’asparago bianco del Friuli Venezia Giulia è anche chiamato “asparago bianco di Tavagnacco”.

Una curiosità…
A Tavagnacco è nata addirittura una festa dedicata all’asparago bianco, la Festa degli Asparagi, che si svolge ad aprile e maggio. Quella di Tavagnacco è la festa più antica, istituita nel 1935.

asparagi azienda agricola del zotto lucaLe caratteristiche dell’asparago bianco

L’Asparagus Officinalis appartiene alla famiglia delle liliacee ed è una pianta erbacea caratterizzata da un rizoma corto e da radici carnose. I turioni, ovvero i giovani germogli, crescono in primavera, cominciando ad uscire dalla terra. Quando essi entrano in contatto con la luce del sole, sviluppano un colore violaceo che, successivamente, diventa verde.

Perché gli asparagi bianchi restano bianchi?
L’asparago bianco deve il suo colore caratteristico alla mancanza di clorofilla. Infatti, questa varietà di asparago si sviluppa sotto terra e non vede la luce del sole, rimanendo bianca.

La coltivazione di questa pianta non è tra le più semplici, anzi è piuttosto laboriosa e richiede molto tempo, ed è anche per questo che, nei secoli, l’asparago era considerato un alimento di lusso.

Se non li hai mai assaggiati, ti starai chiedendo che sapore hanno questi asparagi così particolari, rispetto agli altri più colorati.
Così come il loro colore, anche il gusto è derivato dalla mancanza di sole, che permette lo sviluppo di un sapore più dolce e delicato degli altri.

A differenza di quello bianco, l’asparago violetto fuoriesce dalla terra e acquisisce così un colore lilla uniforme e un sapore più fruttato e leggermente amaro.

Come quello violetto, anche il più conosciuto asparago verde germoglia al sole e acquisisce un gusto più deciso e leggermente dolciastro.

Le sue proprietà benefiche
Come abbiamo detto in precedenza, già nel Medioevo l’asparago veniva utilizzato per le sue numerose proprietà benefiche per la salute.
Questo ortaggio, infatti, presenta particolari proprietà diuretiche e depurative ed è ricco di fibre, vitamine, sali minerali, calcio e fosforo. Inoltre, è molto povero di calorie e favorisce la stimolazione dell’appetito.

asparagi bianchi in agrodolce
Asparago bianco in agrodolce dell’Azienda agricola Del Zotto Luca

Non vedi l’ora di portarlo sulla tua tavola? Lo trovi sul nostro sito sia in agrodolce che in crema, prodotto dall’Azienda Agricola Del Zotto Luca, che è uno dei produttori di asparago bianco certificati AQUA.

Il Marchio AQUA
AQUA è un marchio di qualità collettivo e volontario, istituito dalla regione Friuli Venezia Giulia e gestito dall’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale.

Questo marchio di qualità regola tutte le fasi della produzione, dalla scelta dei terreni alla densità dell’impianto, alla concimazione, irrigazione e raccolta. L’asparago bianco con marchio AQUA è caratterizzato dalla sua elevata qualità.

 

Ricette e abbinamenti migliori

Adesso è arrivato il momento più atteso… come gustare al meglio questi deliziosi asparagi?
Continua a leggere per scoprire i migliori abbinamenti e una deliziosa ricetta per goderti questa eccellenza friulana.

Ecco qualche idea…

  • Con le uova: il classico abbinamento asparagi e uova è classico per un motivo! I gusti delicati di entrambi gli ingredienti si sposano benissimo fra di loro in un piatto semplice ma gustoso, che vale la pena provare.
  • Con lo speck o la pancetta: se vuoi preparare un piatto più saporito, unisci il gusto più deciso dello speck o della pancetta a quello delicato degli asparagi bianchi, magari in un bel piatto di pasta.
  • Con il prosciutto crudo di San Daniele: forse siamo un po’ di parte, ma questa è una delle migliori combinazioni da provare! Arrotola qualche fetta di prosciutto crudo di San Daniele DOP intorno agli asparagi bianchi e vedrai che piatto semplice, delicato e sfizioso… e che bontà.
  • Con il Montasio DOP: prova qualche fetta di Montasio DOP fresco o mezzano da accompagnare agli asparagi in agrodolce per un antipasto tradizionale e gustoso. Ancora più buono se accompagnato da un buon vino bianco della tradizione.
  • In crema: se sei un amante degli asparagi, la crema di asparagi bianchi è decisamente da provare. È perfetta da utilizzare nei risotti, con la pasta oppure su qualche crostino.

Una ricetta davvero deliziosa… L’Orzotto di Asparagi bianchi e Pitina IGP
Non possiamo lasciarti senza una ricetta speciale, preparata con gli ingredienti di Fattorie Friulane dalla chef Lorena De Sabata.
Ecco la video ricetta dell’Orzotto con asparagi bianchi e Pitina IGP, un piatto sfizioso, prelibato e semplicissimo da preparare, con la pratica box di ingredienti che trovi sul nostro sito e seguendo tutti i passaggi della chef.

Infine, se vuoi abbinare gli asparagi bianchi a un vino, ti consigliamo un buon vino bianco come il Sauvignon DOC.

Buon appetito!