Skip to main content

Prosciutto

La spedizione ha un costo di €7,40 ed è gratuita per gli ordini dai €69,90 in su.

Il prosciutto di San Daniele DOP nasce dalle mani esperte di artigiani che, come da tradizione, ricavano dalle materie prime uniche del nostro territorio un prodotto eccellente, che si distingue per la sua qualità e per il suo gusto delicato e genuino inconfondibile. Scegli il San Daniele dei piccoli produttori locali che si impegnano a creare questo prodotto eccellente, con carne suina italiana, sale marino e il microclima di San Daniele.

Prosciutto San Daniele Prolongo dop senza cotenna

Prosciuttificio Prolongo
Scegli tutta la praticità di un prodotto già pulito dalla cotenna e senza alcuno scarto.  

32,55 

Prezzo al kg: €31,00

Prosciutto San Daniele Bagatto dop – punta

Prosciuttificio artigianale Bagatto
Questa parte di prosciutto chiamato ‘punta’ o ‘fiocco’ è la parte iniziale del prosciutto con 16-…

58,70 

Prezzo al kg: €39,14

Prosciutto San Daniele dop – stinco

Prosciuttificio artigianale Bagatto
Prosciutto crudo San Daniele dop – stinco,  con 17-18 mesi di stagionatura. Lo stinco è la …

58,70 

Prezzo al kg: €39,14

Culcûr – Culatta con Cotenna

Prosciuttificio artigianale Bagatto
La culatta è la parte più nobile della coscia che viene lavorata, stagionata e confezionata lasci…

102,90 

Prezzo al kg: €38,11

Prosciutto San Daniele Prolongo dop con cotenna

Prosciuttificio Prolongo
Piccolo, ideale per sé o per un regalo sempre gradito! Si taglia a mano o meglio ancora con l’aff…

46,50 

Prezzo al kg: €31,00

Scatola “Vintage” di Prosciutto Crudo affettato Prolongo

Prosciuttificio Prolongo
La tradizionale scatolina di latta, come si usava un tempo a San Daniele. La scatola di prosciutt…

12,40 19,80 


Conosciamo meglio il rinomato Prosciutto Crudo di San Daniele… curiosità, marchio, produzione e territorio!
In questo video ci addentriamo nella patria del prosciutto e scopriamo il Prosciuttificio Prolongo!
La particolare attenzione del Prosciuttificio Prolongo è di affidarsi non solo a carni italiane, ma di scegliere nello specifico solo carni friulane, in particolare delle province di Udine e Pordenone. Questo gli garantisce un contatto costante e diretto con i fornitori.
Il prosciutto di San Daniele è caratterizzato da una stagionatura al naturale: all’interno del salone di stagionatura, infatti, vi sono tantissime finestre, una ogni metro, che circondano i vari prosciutti. In questo modo il prosciutto di San Daniele riceve una doppia ventilazione: al mattino soffia un vento fresco e asciutto proveniente dalle Alpi Carniche, mentre al pomeriggio il vento proviene dal Mar Adriatico e l’aria risulta più calda e umida.
Durante il processo di stagionatura, vi è un momento in cui le cosce di prosciutto vanno protette. La loro protezione avviene tramite la sugnatura, un impasto di grasso di maiale mescolato con farina che viene cosparso su tutta la parte esterna della coscia.
Il prosciutto di San Daniele è un prodotto di nicchia, può essere infatti realizzato solo all’interno del comune di San Daniele, un’area quindi molto ristretta che però va a garantire la possibilità di accedere al microclima di questo luogo.
Il marchio è considerato il primo e l’ultimo tratto distintivo del prosciutto. Negli anni ’60 è nato un disciplinare che ha il compito di dettare le varie regole per la produzione del prosciutto San Daniele, prendendo in considerazione i vari controlli che devono essere effettuati durante il processo di produzione.
Il prosciutto di San Daniele intorno al dodicesimo e tredicesimo mese contiene al suo interno dei profumi, percettibili grazie ad un ossicino di cavallo lungo e appuntito che, inserito nella coscia, trattiene nelle sue porosità l’aroma del prosciutto.
Il prosciutto di San Daniele può essere suddiviso in 3 parti, ognuna caratterizzata da sapori diversi: fiocco, culatta e stinco!
La fetta perfetta di prosciutto si ottiene quando si riescono ad allineare i tempi di stagionatura della parte grassa e di quella magra. La parte grassa deve perdere la fibrosità, la struttura e deve avere una buona profumazione; essa si amalgama con la parte magra, che è caratterizzata da compattezza ed elasticità, e assieme si viene a creare la fetta perfetta.
Il prosciutto di San Daniele si distingue da qualsiasi altro prosciutto crudo grazie al mantenimento della gamba per intero. Essa è importante perché, oltre ad essere un tratto distintivo, aiuta anche nella stagionatura in quanto, grazie al suo osso poroso, favorisce l’evaporazione verso l’alto dell’umidità. Inoltre, è sempre bene affidarsi al marchio per avere una maggiore sicurezza sulla tipologia di prosciutto.
Il prosciutto di San Daniele è importante per la nostra alimentazione perché è un prodotto salubre e salutare, viene utilizzata solo carne controllata di suino italiano e non viene fatto uso di alcun conservante al di fuori del sale marino, che da secoli viene usato per la conservazione delle carni.
Pratiche, da 150 o 300gr.. le nostre scatoline sono il regalo perfetto per chi di prosciutto se ne intende! Facili da aprire, e ancor di più da gustare!
Prosciuttificio Prolongo
Perché scegliere il prosciutto di San Daniele del Prosciuttificio Prolongo?
Come avviene la stagionatura del prosciutto di San Daniele?
Che cos’è la sugnatura?
Dove può essere prodotto il San Daniele?
Perchè il marchio è importante?
Il profumo del San Daniele: come riconoscerlo e perché è importante
Le diverse parti del prosciutto: come distinguerle?
Come deve essere la fetta perfetta di prosciutto?
Come distinguere un San Daniele da un altro prosciutto crudo?
Perché scegliere il prosciutto di San Daniele per la nostra alimentazione?
Scatolina Vintage di Prosciutto Crudo DOP
Conosciamo meglio il rinomato Prosciutto Crudo di San Daniele… curiosità, marchio, produzione e territorio!
In questo video ci addentriamo nella patria del prosciutto e scopriamo il Prosciuttificio Prolongo!
La particolare attenzione del Prosciuttificio Prolongo è di affidarsi non solo a carni italiane, ma di scegliere nello specifico solo carni friulane, in particolare delle province di Udine e Pordenone. Questo gli garantisce un contatto costante e diretto con i fornitori.
Il prosciutto di San Daniele è caratterizzato da una stagionatura al naturale: all’interno del salone di stagionatura, infatti, vi sono tantissime finestre, una ogni metro, che circondano i vari prosciutti. In questo modo il prosciutto di San Daniele riceve una doppia ventilazione: al mattino soffia un vento fresco e asciutto proveniente dalle Alpi Carniche, mentre al pomeriggio il vento proviene dal Mar Adriatico e l’aria risulta più calda e umida.
Durante il processo di stagionatura, vi è un momento in cui le cosce di prosciutto vanno protette. La loro protezione avviene tramite la sugnatura, un impasto di grasso di maiale mescolato con farina che viene cosparso su tutta la parte esterna della coscia.
Il prosciutto di San Daniele è un prodotto di nicchia, può essere infatti realizzato solo all’interno del comune di San Daniele, un’area quindi molto ristretta che però va a garantire la possibilità di accedere al microclima di questo luogo.
Il marchio è considerato il primo e l’ultimo tratto distintivo del prosciutto. Negli anni ’60 è nato un disciplinare che ha il compito di dettare le varie regole per la produzione del prosciutto San Daniele, prendendo in considerazione i vari controlli che devono essere effettuati durante il processo di produzione.
Il prosciutto di San Daniele intorno al dodicesimo e tredicesimo mese contiene al suo interno dei profumi, percettibili grazie ad un ossicino di cavallo lungo e appuntito che, inserito nella coscia, trattiene nelle sue porosità l’aroma del prosciutto.
Il prosciutto di San Daniele può essere suddiviso in 3 parti, ognuna caratterizzata da sapori diversi: fiocco, culatta e stinco!
La fetta perfetta di prosciutto si ottiene quando si riescono ad allineare i tempi di stagionatura della parte grassa e di quella magra. La parte grassa deve perdere la fibrosità, la struttura e deve avere una buona profumazione; essa si amalgama con la parte magra, che è caratterizzata da compattezza ed elasticità, e assieme si viene a creare la fetta perfetta.
Il prosciutto di San Daniele si distingue da qualsiasi altro prosciutto crudo grazie al mantenimento della gamba per intero. Essa è importante perché, oltre ad essere un tratto distintivo, aiuta anche nella stagionatura in quanto, grazie al suo osso poroso, favorisce l’evaporazione verso l’alto dell’umidità. Inoltre, è sempre bene affidarsi al marchio per avere una maggiore sicurezza sulla tipologia di prosciutto.
Il prosciutto di San Daniele è importante per la nostra alimentazione perché è un prodotto salubre e salutare, viene utilizzata solo carne controllata di suino italiano e non viene fatto uso di alcun conservante al di fuori del sale marino, che da secoli viene usato per la conservazione delle carni.
Pratiche, da 150 o 300gr.. le nostre scatoline sono il regalo perfetto per chi di prosciutto se ne intende! Facili da aprire, e ancor di più da gustare!
Prosciuttificio Prolongo
Perché scegliere il prosciutto di San Daniele del Prosciuttificio Prolongo?
Come avviene la stagionatura del prosciutto di San Daniele?
Che cos’è la sugnatura?
Dove può essere prodotto il San Daniele?
Perchè il marchio è importante?
Il profumo del San Daniele: come riconoscerlo e perché è importante
Le diverse parti del prosciutto: come distinguerle?
Come deve essere la fetta perfetta di prosciutto?
Come distinguere un San Daniele da un altro prosciutto crudo?
Perché scegliere il prosciutto di San Daniele per la nostra alimentazione?
Scatolina Vintage di Prosciutto Crudo DOP