Skip to main content

Latteria Sociale di Coderno

Il territorio
L’azienda
latteria sociale di coderno
cartello coderno
latteria sociale di coderno
    magredi 5eb07d12

    Medio Friuli

    Nel cuore del Friuli, in una dolce pianura, si trovano immersi in una natura sconfinata alcuni comuni caratterizzati …
    L’azienda
    latteria sociale di coderno
    cartello coderno
    latteria sociale di coderno
      Il territorio
      magredi 5eb07d12

      Medio Friuli

      Nel cuore del Friuli, in una dolce pianura, si trovano immersi in una natura sconfinata alcuni comuni caratterizzati …
      Deco plant@300x 803f7255

      La Storia

      La Latteria Sociale di Coderno, fondata nel 1889 nasce con l’identità di Cooperativa “turnaria” ufficialmente il 24 settembre 1932, con l’intento di tutelare, coordinare e sviluppare l’attività zootecnica locale. Grazie alla vivace ed affermata tradizione di identità agricola e zootecnica dei 76 coltivatori-allevatori che costituivano la sua compagine sociale, la sua storia la vede in continuo sviluppo e crescita, divenendo negli anni ’60-’70 il fiore all’occhiello del settore lattiero-caseario friulano per quanto concerne gli innovamenti tecnologici e di qualità del prodotto finito, costituito per la maggior parte dal Formaggio Montasio, marchio che stava già a quel tempo affermandosi nella Regione.

      Il decennio degli ’80 però, è caratterizzato da una profonda e stagnante crisi del settore agricolo, in particolare per quello lattiero-caseario, crisi che si dimostrò ben presto molto più accentuata delle ormai ricorrenti fluttuazioni stagionali o di mercato, a causa degli eventi che caratterizzarono quegli anni.

      La Latteria di Coderno non rimase immune a questa crisi, e l’Amministrazione fu indotta a ricercare nuove linee da percorrere per risollevarsi dalla situazione. Fu questa la ragione principale che fece capire che la monoproduzione standard di Montasio e la diretta dipendenza dal mercato all’ingrosso stavano diventando ormai metodi di conduzione legati ad una tradizione obsoleta legata al passato, e che bisognava ricreare dunque nuove prospettive e nuovi spazi solo con le proprie forze, sfruttando delle potenzialità che non a caso avevano fatto del caseificio di Coderno uno fra i primi in Regione.

      Il primo passo da compiere era dunque quello di rivoluzionare innanzitutto la rete di vendita, allo scopo di evadere progressivamente dal mercato all’ingrosso che era sempre in mano e a favore degli intermediari, facendo assorbire e subire le fluttuazioni, ampie o limitate, sempre al produttore. Il 1990 fu dunque l’anno che vide realizzarsi la prima opera di questo programma, e cioè la totale ristrutturazione dello spaccio della sede sociale.

      A questo seguì l’inaugurazione di alcuni punti vendita che ben presto permisero di collocare la quasi totalità della produzione sul mercato al minuto, salvaguardando il consumatore finale con vantaggi di convenienza e qualità e nello stesso tempo aumentando di molto i risultati sia economici che finanziari della Cooperativa.

      In questo modo comunque non tutta la filiera produttiva, da monte a valle, veniva potenziata, ma semplicemente si aveva provveduto a sviluppare una stabile e attiva rete di vendita, che costituisce solo la parte finale del processo. Occorreva dunque attivarsi per migliorare non solo le strutture interne adeguandole alle necessità di uno sbocco di mercato dai ritmi molto più uniformi ma incalzanti, ma anche diversificare le produzioni abbandonando in parte il concetto di monoproduzione, e creare una più composita e variegata gamma di prodotti lattiero-caseari in modo da soddisfare pienamente il consumatore che sempre più richiede una scelta più vasta.


      Deco plant@300x 803f7255

      Filosofia

      La gamma di prodotti è attualmente costituita sia dal prodotto che comunque riveste una importanza fondamentale in Regione, vale a dire il Formaggio Montasio, sia dai formaggi tipici del Caseificio di Coderno, a partire dal “Latteria” con marchio proprio del Caseificio, per arrivare a tutta una serie di circa trenta prodotti a base di paste filate (mozzarella fiordilatte di varie pezzature, scamorze, caciotte, trecce, ricotta, affumicate e non, ecc.), tutti prodotti che hanno saputo crearsi una “nicchia” di mercato grazie alla loro tipicità e genuinità.

       

      I prodotti

      Protagonista la materia prima, il latte, che grazie a un regolamento interno volto alla maggior remunerazione sulla qualità, ha raggiunto caratteristiche organolettiche e igienico-sanitarie di primo livello.

      Negli ultimi anni, poi, l’attenzione dell’Amministrazione si è rivolta anche alla necessità di adeguare progressivamente le strutture e gli impianti sì alla nuova identità della Cooperativa, ma entro un’ottica che prevedeva adeguamenti anche imposti dalle normative che si stavano emanando in materia igienico-sanitaria e di sicurezza sul lavoro, nonché sulla salubrità dell’ambiente al suo interno e nell’integrazione del contesto sociale in cui lo stabilimento è inserito.