Skip to main content
Nimis – Ramandolo
  • admin ajax.php?action=kernel&p=image&src=%7B%22file%22%3A%22wp content%2Fuploads%2F2022%2F08%2Fnimis

    Situata tra boschi di faggi, olmi e acacie e tra dolci colline, Nimis è un’antica fortificazione romana ed è oggi terra dei magnifici vini dei Colli Orientali del Friuli. Nel comune di Nimis si trova la frazione di Ramandolo, una località riconosciuta come patria del Ramandolo, un pregiato vino bianco, il primo friulano ad ottenere la DOCG.

    Il piccolo comune ha avuto grande importanza strategica nel ducato longobardo del Friuli e ospita al suo interno uno dei più antichi luoghi di culto della regione, la Pieve dei SS. Gervasio e Protasio.
    Oltre a questo, di grande interesse sono il Castello di Cergneu, il settecentesco Santuario della Madonna delle Pianelle e la cinquecentesca chiesetta di S. Giovanni Battista, da cui si gode la vista della conca di Ramandolo dove viene prodotto l’omonimo vino.
    Infine le limpide e tranquille acque del Cornappo che scorrono tra queste valli sono l’habitat perfetto per ospitare la trota.

    Vuoi conoscere meglio i produttori di questo territorio?

    Guarda i loro video!

    Cooperativa Ramandolo di Nimis


    La Cooperativa Ramandolo di Nimis è nata con l’obiettivo di far conoscere e assaporare il vino Ramandolo in tutta Italia, non solo come vino da dessert ma anche come accompagnamento per prodotti saporiti come il formaggio. Nel tempo la cooperativa, diventata un punto di riferimento nella zona, ha migliorato sempre di più la qualità e la tecnica di vinificazione, iniziando nel 2018 a seguire ogni passaggio, a partire dalla produzione dell’uva. Il vino Ramandolo DOCG è un vino passito dai riflessi dorati, dolce ma non stucchevole, che presenta una giusta acidità e un aroma che richiama l’albicocca, la frutta secca e disidratata. Oggi è una vera rarità, un vino unico e prezioso, da meditazione… e non solo!