Skip to main content

Le stagionature del Montasio DOP

Le stagionature del Montasio DOP
stagionature del montasio dop
Le stagionature del Montasio DOP
stagionature del montasio dop

Se sei un appassionato di formaggi friulani questo articolo è per te! Scopri le caratteristiche uniche che acquisisce il re dei formaggi friulani, il Montasio DOP, in ogni sua fase di stagionatura e come abbinarle al meglio.

Il Montasio DOP

Prima di esplorare le diverse stagionature del Montasio, facciamo un piccolo salto nella storia per scoprire le sue origini antiche.

Il Montasio è un celebre formaggio della tradizione friulana certificato DOP, la cui produzione risale a secoli fa! Infatti, la sua storia ha inizio nel 1200, quando i monaci Benedettini di Moggio Udinese affinarono le antiche tecniche di produzione utilizzate dai malghesi del territorio, per produrre il formaggio.

Inizialmente, il formaggio nasce per poter conservare il latte e avere un alimento nutriente e calorico da consumare durante i rigidi inverni.

La produzione del Montasio DOP e la sua stagionatura sono regolate dal disciplinare del Consorzio per la tutela del Formaggio Montasio e le forme possono essere marchiate ufficialmente solo a seguito di rigidi controlli effettuati dall’apposito consorzio.

montasio dop malga montasioSi tratta di un formaggio a pasta cotta, semidura, ovvero prodotto riscaldando la cagliata ad una temperatura superiore ai 46°C.

Inoltre, è prodotto con latte bovino crudo o termizzato, ma non pastorizzato, come afferma il disciplinare di produzione. Questa sua caratteristica, come accade anche nel caso di altri formaggi prodotti con latte non pastorizzato, conferisce all’alimento un gusto autentico, che richiama la tradizione.

Vuoi scoprire cosa vuol dire formaggio “a latte crudo”? Leggi il nostro articolo a riguardo, qui.

Il Montasio DOP è anche senza lattosio! Chi è intollerante al lattosio, può godere della bontà di questo formaggio, poiché dalle analisi di monitoraggio svolte dal Consorzio sulla stagionatura di 60 giorni, è presente una percentuale di lattosio inferiore di 10 volte rispetto al limite di legge previsto per definire un alimento “privo di lattosio”.

Le stagionature del Montasio e come abbinarle

Prima di tutto, questo formaggio è caratterizzato da un gusto morbido e delicato, che diventa naturalmente più intenso e saporito con l’avanzare del periodo di stagionatura, ma che non diventa mai eccessivamente “piccante” o troppo forte.

Le seguenti denominazioni del Montasio, distinte in base alla durata della stagionatura, sono stabilite dal disciplinare di produzione.

Di seguito trovi le varie denominazioni che acquisisce il formaggio in base al suo grado di stagionatura e qualche abbinamento gustoso per godere appieno delle caratteristiche uniche che acquisisce.

Il Fresco
montasio frescoCon una stagionatura minima di 60 giorni fino a 120 giorni, questo formaggio ha un gusto molto delicato e armonioso e note dolci, che richiamano il latte fresco e la panna. Dal punto di vista della pasta, in questa fase è caratterizzata da una struttura elastica.

Gli abbinamenti migliori sono la frutta fresca e le composte.
Ad esempio, puoi aggiungere qualche fetta del fresco ad un tagliere di formaggi friulani, accompagnati da una composta di frutta oppure dalla composta di peperoni rossi BIO prodotta da Casato Bertoia, che si abbina alla delicatezza del suo aroma.

panino montasio salame friulanoTi consigliamo anche di provarlo come ingrediente di un panino dai sapori tradizionali, con il salame friulano… l’aggiunta perfetta in un cestino da picnic!

Se ami particolarmente il sentore di latte fresco, ti consigliamo di provare anche il Montasio DOP fresco biologico con Latte Fieno stg prodotto dall’Azienda Agricola La Sisile.

Il Mezzano
montasio 6 mesi peraIl Mezzano è stagionato per un minimo di 4 mesi, fino a 10 mesi. È caratterizzato da un gusto pieno e da una maggiore sapidità rispetto al fresco. La sua pasta si presenta maggiormente friabile ed è ottimo da utilizzare nelle ricette.

Inoltre, è ideale da abbinare ad un buon vino rosso friulano, come il Merlot.

Lo Stagionato
stagionato alto butStagionato più di 10 mesi, è caratterizzato da un gusto saporito, leggermente piccante ma sempre piacevole al palato, con sentori che richiamano la frutta secca, il fieno e sentori animali. La struttura è friabile ed è perfetto da grattugiare sulla pasta o da servire al taglio con la polenta.

Ti consigliamo di abbinarlo ad un bicchiere di ottimo Refosco!

Lo Stravecchio
montasio stravecchioDalla stagionatura minima di 18 mesi, ha un gusto ricco e intenso, con una buona sapidità.
Il suo gusto raffinato e saporito lo rende ideale sia da mangiare da solo, che con il miele per bilanciare la sua sapidità.

Inoltre, è ottimo da grattugiare sulle minestre e da abbinare a un vino rosso di carattere come il Cabernet Franc. Un altro abbinamento che ti consigliamo è con il Ramandolo, un vino passito della tradizione friulana dal gusto “dolce non dolce”, che si sposa molto bene con il sapore del Montasio stravecchio.

Il Montasio DOP, nelle varie sfumature di gusto e aroma delle sue stagionature, si adatta a tante occasioni culinarie, dal tagliere dell’aperitivo, a un’aggiunta raffinata nei piatti più complessi. Se cerchi altre idee per gustare questo prodotto unico della tradizione, scopri le ricette proposte dal Consorzio del formaggio Montasio, qui.
Sul nostro sito puoi trovare questo buonissimo formaggio friulano, prodotto direttamente dalle latterie della regione! Lo trovi qui.