Skip to main content

Il miele e l’apicoltura

Il miele e l’apicoltura
admin ajax.php?action=kernel&p=image&src=%7B%22file%22%3A%22wp content%2Fuploads%2F2024%2F03%2Fmiele
Il miele e l’apicoltura
miele 2ddc56ae

Se ami il miele questo è l’articolo giusto per te!
In questo articolo esploriamo il mondo del miele e dell’apicoltura, un’attività dalle origini molto antiche e interessanti.

Il miele è una “sostanza zuccherina, di consistenza viscosa, elaborata dalle api e immagazzinata nelle celle del favo” come definisce l’Enciclopedia Treccani.
Si tratta di un prodotto utilizzato fin dall’antichità per il suo potere dolcificante e per le sue proprietà.

Le antiche origini dell’apicoltura

Cominciamo a viaggiare nella storia, per scoprire le origini dell’apicoltura.
Il fascino dell’uomo per le api e l’introduzione del miele come alimento e come prodotto curativo ha origini molto antiche.

Il miele veniva consumato ed utilizzato per le sue proprietà curative anche prima che l’uomo cominciasse ad allevare le api. Infatti, già in epoca preistorica l’uomo praticava la raccolta del miele, come testimoniano alcune pitture rupestri.

Inizialmente, il prodotto veniva solamente raccolto, mentre le prime pratiche di apicoltura vera e propria comparvero molto probabilmente più avanti, nell’Antico Egitto.

Anche gli Antichi Greci lo apprezzavano molto, considerandolo il cibo degli dei e fu proprio Aristotele a studiare approfonditamente le api e la loro riproduzione.

Gli Antichi Romani studiarono molto le api e l’apicoltura e Plinio Il Vecchio ne studiò il comportamento. Inoltre, questo alimento veniva spesso utilizzato anche nella preparazione di dolci, come i Globi, delle palline dolci al formaggio.

Anche successivamente, nel Medioevo, l’apicoltura veniva praticata con diverse tecniche e le protezioni che utilizzavano gli apicoltori del periodo sono antenate molto simili di quelle che si usano oggi.

Dunque, possiamo dire che il miele è senza dubbio un prodotto utilizzato e apprezzato dall’uomo sin dall’alba dei tempi!

La produzione del miele

api azienda agricola dreosti corrado
Api, Azienda Agricola Dreosti Corrado

Ti sei mai chiesto come viene prodotta questa sostanza dolce naturale tanto amata?

Prima di tutto, il miele viene prodotto soprattutto dalle api, nello specifico dalla specie dell’Apis Mellifera. Dunque, non tutte le api lo fanno!

Le api mellifere si approvvigionano dal nettare di piante e fiori e dalla melata, un derivato della linfa degli alberi prodotta da alcuni tipi di insetti, che si nutrono di grandi quantità di linfa per poi elaborarla ed espellere acqua e una sostanza zuccherina. Per questo il gusto del miele dipende dalle piante e dai fiori che si trovano attorno alle api e che producono il nettare proprio per attirare gli insetti impollinatori, come le api.

Dopo aver raccolto il nettare, comincia ad essere trasformato in miele grazie a diversi enzimi e le api, giunte all’alveare, lo rigurgitano. Successivamente, continua il suo processo di trasformazione e di disidratazione all’interno dell’alveare.

Dopodiché, il miele viene trasferito nelle cellette, che sono rivestite da uno strato di cera a protezione del contenuto. Questo prodotto è molto prezioso per le api e viene utilizzato come sostentamento soprattutto nei periodi più freddi.

miele azienda agricola dreosti corradoPer questo, un bravo apicoltore sa che non può prelevare tutto il miele, ma solamente una parte, in modo tale che le api possano sopravvivere ed avere la loro scorta per il sostentamento dell’alveare.

Infatti, è molto importante che le api e l’apicoltore vivano in simbiosi.

Una cosa è certa, gli alveari sono degli ambienti con un’organizzazione eccellente, dove ognuno ha il suo compito ben preciso, che svolge per il sostentamento di tutti.

Le caratteristiche

Questo prodotto della natura è utilizzato da secoli per dolcificare e per il suo sapore e in passato è stato ampiamente utilizzato per medicare le ferite, grazie alle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie che gli erano attribuite.

Il miele era così apprezzato che fa parte di molte storie, miti e leggende antiche!

Oggi è utilizzato soprattutto come dolcificante, per il suo gusto gradevole, che varia in base alla tipologia e come fonte di energia. Inoltre, viene utilizzato per attenuare il mal di gola o la tosse come “rimedio della nonna”. Quante volte ti è capitato di avvertire un principio di mal di gola e hai deciso di preparare una tazza di tè o di latte con un bel cucchiaino di miele?

Per quanto riguarda le caratteristiche specifiche del prodotto, dipende dalla tipologia. Infatti, nel mondo ci sono centinaia di tipi di miele diversi!

Questo alimento è composto da diversi zuccheri, principalmente glucosio e fruttosio e il colore varia dal biondo chiaro alle sfumature più scure e brune. Anche la sua consistenza può variare in base all’origine, infatti, lo puoi trovare più o meno fluido.

Visto che ce ne sono così tante tipologie… come fare a scegliere? Si può scegliere in base ai gusti personali. Il sapore del miele può variare da quello più delicato, come l’Acacia, a quello più intenso, come il Tarassaco, o più amaro come il Castagno. Il gusto, infatti, deriva dalle piante e dai fiori che si trovano nelle vicinanze dell’alveare.

Continua a leggere l’articolo per scoprire le caratteristiche uniche di alcune delle tipologie più diffuse e conosciute.

Il nostro miele friulano

Il Friuli Venezia Giulia è un’ottima regione per la produzione di miele, grazie alla sua biodiversità e alla ricchezza di piante e fiori.

Alcune delle tipologie di miele più diffuse prodotte in Friuli Venezia Giulia sono Tiglio, Castagno, Millefiori, Amorpha Fruticosa, Tarassaco e Acero.

L’Azienda Agricola Dreosti Corrado
corrado dreosti azienda agricola dreosti corradoCi teniamo a presentarti l’apicoltura Dreosti, che produce miele da generazioni, una tradizione tramandata dal nonno al nipote Corrado, passando per il padre.

L’azienda ha circa 350 alveari dislocati sul territorio pedemontano della regione e la sua produzione è caratterizzata da una grande passione e ammirazione per le api.

Infatti, la produzione avviene nel massimo rispetto di questi insetti e del loro ciclo vitale, così da poter lavorare in completa sinergia.
Se vuoi scoprire di più, visita il sito del produttore qui.

È una delle migliori aziende di apicoltura del territorio friulano e puoi trovare il suo miele sul nostro sito!

Prima di scegliere quale acquistare continua a leggere così scoprirai le caratteristiche uniche di ognuno.

Naturalmente, il miele ha una sua stagionalità, dunque potrai trovare varietà diverse nel corso dell’anno in base alle piante e ai fiori che ci sono durante le stagioni e alle scorte che sono disponibili dalle stagioni precedenti.

Ecco alcune tipologie di miele che puoi trovare e le sue caratteristiche:

  • Acacia. Questa tipologia ha un sapore delicato e molto gradevole e si presenta dal colore molto chiaro o giallo, a volte anche trasparente. Grazie al suo gusto, è apprezzato anche dai bambini e da chi non ama i sapori forti. La fioritura dell’Acacia avviene in tarda primavera.
  • Acero. Una varietà pregiata, dal colore ambrato, con un gusto che ricorda il nocciolo della ciliegia e ha sentori di caramella Mou. Infatti, anche questo è molto apprezzato dai bambini ed è ottimo nel latte o abbinato alla ricotta. La fioritura avviene a fine aprile e maggio.
  • Aglio Orsino. Questa tipologia è molto particolare ed è ricavata da una piccola pianta officinale spontanea che arriva subito dopo l’inverno. Il suo aroma di aglio è inconfondibile e davvero unico.
  • Amorpha Fruticosa. Una varietà dal gusto fresco, fruttato e pungente. Ottimo come dolcificante per le tisane. La fioritura dei fiori sulle sponde del Tagliamento avviene verso la fine di maggio.
  • Castagno. Questa tipologia a primo impatto ha un gusto amarognolo, ed è ricca di sali minerali. Si presenta dal colore marrone intenso, striato di verde e dalla consistenza corposa. La raccolta viene effettuata dalla primavera ad ottobre.
  • Millefiori. Una varietà che deriva dai tanti fiori colorati di cui si ricoprono i prati del Friuli. È ottimo con i formaggi, nelle tisane e nello yogurt e la fioritura avviene nel periodo primaverile.
  • Millefiori di montagna. Questa tipologia deriva dai fiori di montagna che si trovano sull’altopiano del Montasio d’estate.
  • Orniello. Questa varietà è prodotta dai fiori della pianta del Frassino, molto profumati nel periodo di fioritura. Si presenta dal colore ambrato scuro e dal sapore dolcemente intenso.
  • Sorbo Montano. Una varietà molto rara, primaverile, dal colore ambrato chiaro e dal gusto molto dolce. Ha un aroma fruttato che ricorda il mango e il maracuja e ha una consistenza farinosa dai cristalli sottili. Buonissimo spalmato sul pane con il burro.
  • Tarassaco. Questa tipologia è per veri intenditori, si presenta dal colore giallo vivo, dall’odore forte e penetrante di aceto e radice di valeriana. Al gusto, invece, ha sentori di camomilla e marzapane e lascia una sensazione di freschezza e leggermente amara e astringente. Nel giro di qualche settimana passa dallo stato solido a quello cristallizzato. La fioritura avviene nel periodo primaverile.
  • Tiglio. Una delle varietà più apprezzate, dal profumo fresco e penetrante. Al gusto si sentono i fiori dell’albero. La cristallizzazione avviene lentamente e potrai vedere il passaggio dal giallo al dorato al bianco avorio. Il periodo di produzione è l’estate.
  • Tiglio Castagno. Detto anche Castiglio, è prodotto dalla combinazione di due tipi di miele, il Tiglio e il Castagno e il risultato è un gusto dolce e amaro. Ha un colore ambrato e un profumo molto aromatico. Il periodo di raccolta è l’estate.

Trovi tutti questi deliziosi tipi di miele sul nostro sito!

sapone latte d'asina e miele
Sapone latte d’asina e miele

Inoltre, il miele è utilizzato anche per la cosmesi e puoi godere delle sue proprietà con il profumato sapone al latte d’asina e miele prodotto da Gli Asini di Manute qui.

 

 

 

 

A questo punto non ti resta che scegliere quello che preferisci e spalmarlo su una fetta di pane, aggiungerlo al tè, abbinarlo ai formaggi, allo yogurt o per i tuoi dolci!