Skip to main content
Valli del Natisone
  • admin ajax.php?action=kernel&p=image&src=%7B%22file%22%3A%22wp content%2Fuploads%2F2022%2F10%2Fvalli natisone

    Collegate a Cividale e alla Valle dell’Isonzo, le Valli del Natisone si trovano nella parte più orientale della regione Friuli-Venezia Giulia. È infatti un’area geografica che si trova al confine tra Friuli e Slovenia ed è costituita da un insieme di quattro vallate: Natisone, Alberone, Cosizza ed Erbezzo. Queste sono dominate dal monte Matajur, dalla cui cima erbosa è possibile vedere il Mar Adriatico.
    Le Valli del Natisone (o Nediške Doline in sloveno) sono caratterizzate da prati e boschi di frassini, castagni e noccioli e lungo i suoi sentieri vivono molte specie animali, quali la volpe, il cinghiale e talvolta è possibile scovare anche degli orsi.

    Vista la vicinanza al confine, lungo le valli sono molto sentite cultura, usanze e tradizioni slovene. I piatti delle Valli del Natisone si differenziano in base ai prodotti stagionali; i più comuni sono la “bizna”, una minestra di brovada e patate, lo “stakanje”, un purè di patate e verdure di stagione; gli “zlicnjaki”, degli gnocchetti di farina, e le minestre di mais, zucca e castagne.

    Lungo queste vallate vi sono tracce di storia moderna, come i resti di strade militari e linee difensive della Prima Guerra Mondiale, e di storia antica, come resti di castellieri, di strutture fortificate medievali e di insediamenti romani.
    Infine nelle Valli del Natisone è possibile addentrarsi nella grotta di San Giovanni d’Antro, che oggi è considerata luogo di culto e al suo interno ospita una chiesetta rupestre tardogotica.

    Vuoi conoscere meglio i produttori di questo territorio?

    Guarda i loro video!